Daniela Cammarano

violino

Daniela Cammarano, allieva di Gigino Maestri, si è diplomata con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano e nel 2007 ha conseguito, sempre al Conservatorio di Milano, il diploma di secondo livello con 110 e lode.
Giovanissima, ha partecipato e vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali (Lametia, Napoli, Monopoli). Nel 2002 vince il primo premio Galbiati ex aequo in duo a Milano, ed il secondo premio nella Rassegna di Vittorio Veneto. Nel 2003 vince il Premio Forziati al Conservatorio di Milano e la settima rassegna di Castrocaro Classica Migliori diplomati d’Italia 2002 con l’incisione di un CD pubblicato dalla rivista Suonare. Nel 2003 risulta idonea ai concorsi della European Union Youth Orchestra e della Mahler Jugendorcherster. Nel dicembre del 2004 vince il secondo premio (con primo non assegnato) al concorso Gesualdo da Venosa di Potenza in duo con Federico Gardella.
Ha tenuto concerti da solista con la Filarmonica di Stato di Sibiu, con l’Orchestra di Botosani e con la Filarmonica del Conservatorio di Milano, dove ha ricoperto anche il ruolo di spalla sotto la direzione di Gelmetti, Ráth e Kuhn.
Invitata da enti quali la Società dei Concerti di Milano, gli Amici della Musica di Firenze, il Festival de Louberon, gli Amici della Musica di Altea in Spagna, l’Unione Musicale di Torino, Orta Festival, Autunno Musicale di Como, Musica Insieme di Bologna, Festival Suono Delle Dolomiti, si è esibita in sale e teatri importanti (La Pergola di Firenze, Sala Verdi di Milano, Alti Hall di Kyoto, Teatro Dal Verme di Milano, Villa Rufolo a Ravello, Teatro Eminescu, Teatro Manzoni di Bologna, Parco Della Musica di Roma), in Italia e all’estero (Svezia, Svizzera, Romania, Olanda, Spagna, Francia, Germania, Portogallo, Argentina, Stati Uniti).
Collabora con musicisti quali Paul Gulda, Sylvie Gazeau, Gabriele Pieranunzi, Francesco Fiore, Alessandro Carbonare, Franco Polidori, Giuseppe Andaloro, Simonide Braconi, Bruno Canino. È stata solista e spalla dell’Orchestra del Cemat SIXE (Suono Italiano per l’Europa) con concerti in Italia, Grecia, Egitto, Spagna e Malta. Dal 2007 collabora con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, con il Teatro S. Carlo di Napoli, con il Teatro La Fenice di Venezia, con gli Archi della Scala, con l’Orchestra Milano Classica, con l’Orchestra Statale di Milano, con il Teatro dell’Opera di Roma.
Ha inciso in duo con Federico Gardella per la casa discografica Stradivarius la Sonata per violino e pianoforte di Elgar. Collabora nell’ambito della musica contemporanea con nomi illustri quali Chiarappa, Maldonado Torres, Angius e il compositore Federico Gardella ha scritto per lei un Concerto per violino e orchestra, eseguito in prima assoluta nella Sala Verdi di Milano sotto la direzione di György Ráth.
Suona un Guadagnini del 1780.