Francesco Fiore

viola

Nato a Roma, Francesco Fiore ha compiuto gli studi presso il Conservatorio Santa Cecilia sotto la guida di Lina Lama e Massimo Paris. Si è successivamente perfezionato con il Bruno Giuranna presso la Fondazione Walter Stauffer di Cremona.
Vincitore di numerosi premi, ha subito intrapreso un’intensa attività concertistica, ospite di prestigiose associazioni e festival italiani. La sua attività di solista e camerista lo ha portato a collaborare con musicisti quali Salvatore Accardo, Boris Belkin (Sinfonia Concertante di Mozart), Uto Ughi, Pierre Amoyal, Renata Scotto, Bruno Canino, Alfons Kontarsky, Aleksandar Madžar, Michele Campanella, Rocco Filippini, Alain Meunier, Bruno Giuranna, Franco Petracchi, Gabriele Pieranunzi, Rainer Kussmaul, Pavel Vernikov e David Lively.
Ha inciso per RCA, ASV, Fonit Cetra, Foné e Musikstrasse, per la quale ha realizzato la prima incisione mondiale del Quartetto di Mercadante per viola solista e archi, che ha anche eseguito in prima esecuzione moderna al San Carlo di Napoli.
Con Salvatore Accardo ha partecipato, suonando la viola di Stradivari custodita presso il Palazzo Reale di Madrid, alla registrazione televisiva di due Quartetti di Boccherini, un programma realizzato dalla NHK di Tokyo e dedicato all’unico quartetto di strumenti Stradivari esistente al mondo.
Dal 1991 è prima viola dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, ruolo che ha ricoperto anche presso l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino e, invitato da Salvatore Accardo, nell’Orchestra da Camera Italiana.
È docente presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma.
Suona una viola Joseph Hill, Londra 1774, ed una viola d’amore Raffaele Fiorini, Bologna 1894.