Mattia Petrilli

flauto

Mattia Petrilli si perfeziona con János Bálint presso l’Hochschule für Musik di Detmold, con Jacques Zoon presso il Conservatorio Superiore di Ginevra e con Emmanuel Pahud e Aurèle Nicolet.
Dal 2005 è membro dell’Orchestra Mozart, fondata e diretta da Claudio Abbado, e ha ricoperto il ruolo di Primo Flauto nella Gustav Mahler Jugend Orchester (2006/08) e nella Symphonica Toscanini diretta da Lorin Maazel. Viene costantemente invitato come Primo Flauto dalle migliori orchestre europee (London Philharmonic Orchestra, Bamberger Symphoniker, Bergen Philharmonic, BBC National Orchestra of Wales, Ensemble Les Dissonances, Orchestra Sinfonica di Tenerife, Orchestra da Camera di Mantova, Maggio Musicale Fiorentino/Opera di Firenze, Teatro Carlo Felice di Genova,Teatro Regio di Torino), e collabora assiduamente con l’Orchestra del Festival di Lucerna e la Mahler Chamber Orchestra, sotto la guida dei più grandi direttori (Claudio Abbado, Blomstedt, Bruggen, Chung, Gardiner, Gatti, Harding, Haitink, N. Jarvi, V. Jurowski, Maazel, Masur, Nelsons, Salonen, Ticciati).
Intensa l’attività concertistica, viene invitato da prestigiosi enti e festival in Italia e all’estero, come solista e come camerista. Nel 2005 fonda il Quintetto a fiati Papageno insieme a musicisti incontrati nell’Orchestra Mozart e nella Gustav Mahler Jugend Orchester.
Ha partecipato a numerose registrazioni per Deutsche Grammophon, Archiv, Chandos, Xfive Harmonia Mundi, Rai e BBC. Nel 2014 ottiene il quarto premio al prestigioso Concorso Internazionale di Flauto «Aurèle Nicolet».
Professore Invitato presso il Conservatorio di Bratislava e Al Kamandjati, tiene dal 2013 corsi estivi presso il Centro di Formazione Musicale Barasso.