Beatrice Rana

pianoforte

A poco più di vent’anni, la pianista Beatrice Rana si è già imposta sul panorama musicale internazionale guadagnandosi l’apprezzamento e l’interesse di organizzatori, direttori d’orchestra, critici e pubblico. Nel 2011 ha vinto il primo premio e tutti i premi speciali al Concorso Internazionale di Montreal, mentre nel 2013 si è aggiudicata il secondo premio e il premio del pubblico al Concorso Pianistico Internazionale «Van Cliburn».
Beatrice Rana si è esibita per importanti istituzioni e in festival prestigiosi in tutto il mondo (Tonhalle di Zurigo, Wigmore Hall di Londra, La Società dei Concerti di Milano, Auditorium del Louvre di Parigi, Festival de La Roque d’Anthéron, Klavier-Festival Ruhr, Festival Radio-France et Montpellier, Festival de Lanaudière in Québec, Vancouver Recital Society, Festival «La Folle Journée» di Nantes, Festival Busoni di Bolzano) e viene regolarmente invitata ad esibirsi in diverse sale concertistiche statunitensi.
Ospite di prestigiose orchestre, Beatrice Rana ha suonato con la Los Angeles Philharmonic, la Detroit Symphony, la London Philharmonic, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, l’Orchestra Filarmonica della Scala e collabora con direttori quali Yannick Nézet-Séguin, Leonard Slatkin, Fabien Gabel, Miguel Harth-Bedoya, Andrés Orozco-Estrada, Joshua Weilerstein.
Vincitrice di numerosi premi nazionali e internazionali quali il Concorso «Muzio Clementi», il Concorso Pianistico Internazionale della Repubblica di San Marino e il Concorso Bang & Olufsen PianoRAMA, nel 2010 Beatrice Rana è stata selezionata come una dei sei pianisti per il Premio Arturo Benedetti Michelangeli, durante il quale si è esibita in recital e ha frequentato una prestigiosa masterclass con Arie Vardi.
Nata nel 1993 in una famiglia di musicisti, Beatrice Rana ha debuttato come solista con orchestra all’età di nove anni suonando il Concerto in fa minore di Bach. Ha intrapreso lo studio del pianoforte all’età di quattro anni e ha conseguito il diploma a pieni voti, con lode e menzione d’onore a sedici anni sotto la guida di Benedetto Lupo presso il Conservatorio «Nino Rota» di Monopoli, dove ha studiato anche composizione con Marco della Sciucca. Grazie al suo precoce talento musicale, le è stata assegnata una prestigiosa borsa di studio dal Ministero dell’Istruzione, dell’Universita e della Ricerca. Ha inoltre seguito diverse masterclass in Italia, Francia e Stati Uniti tenute da musicisti quali Michel Beroff, Aldo Ciccolini, Andrzej Jasiński, François-Joël Thiollier ed Elisso Virsaladze.
Nel 2015 Beatrice Rana ha inciso per l’etichetta Warner Classic il Secondo Concerto di Prokofiev e il Primo Concerto di Čajkovskij con Antonio Pappano e l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, riscuotendo un unanime successo a livello internazionale.