Simone Briatore

viola

Simone Briatore è nato nel 1975 a Torino, dove ha conseguito i diplomi di violino, viola e composizione. 
Si è distinto in vari concorsi italiani ed ha seguito i corsi di perfezionamento tenuti da Pavel Vernikov e Vadim Brodski.
 Successivamente ha studiato con Christoph Schiller presso la Musik Akademie di Basilea avvalendosi di una borsa di studio rilasciata dall’Associazione De Sono, con Bruno Giuranna presso la scuola Walter Stauffer di Cremona e con Wolfram Christ al Conservatorio della Svizzera Italiana. Ha inoltre partecipato alle masterclass di Tabea Zimmermann presso il Centre de Musique Hindemith di Blonay (Svizzera).

Ha collaborato con le principali istituzioni musicali torinesi, quali il Teatro Regio, l’Orchestra Filarmonica di Torino, la De Sono, Settembre Musica e l’Unione Musicale. Ha tenuto concerti in diverse formazioni da camera accanto a musicisti quali Marta Argerich, Lorenza Borrani, Enrico Bronzi, Mario Brunello, Bruno Canino, Giuliano Carmignola, Enrico Dindo, Ingrid Fliter, Alexander Lonquich, Andrea Lucchesini, Domenico Nordio, Enrico Pace, Mariusz Patyra, Massimo Quarta, Sascha Sitkovetsky, Pavel Vernikov.
Come Prima Viola, ha suonato con l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra da camera di Mantova, l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra Mozart di Bologna, l’Orchestra Filarmonica di Gran Canaria, la World Orchestra for Peace fondata da Georg Solti, la Camerata Salzburg. Dal 1998 al 2009 ha ricoperto il ruolo di Prima Viola presso l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, con la quale ha eseguito il Don Quixote di Richard Strauss (1999, direttore Frédérich Chaslin), il Concerto per viola di Alfred Schnittke (2002, direttore Djansug Kakhidze) e l’Harold en Italie di Hector Berlioz (2007, direttore Daniel Kawka). 
Dal 2009 è Prima Viola presso l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma.