Barbara Theler

soprano

Per Barbara Theler la musica non è solo una professione ma, come riassume il suo motto, qualcosa di Sensuale - Vitale - Esistenziale, uno stile di vita. La musica come mezzo di comunicazione con la gente, tanto vario e individualizzato quanto sono i generi che affronta nel suo vasto repertorio, che spazia dall’Opera all’Oratorio, dal Kunstlied al Volkslied internazionale. I suoi rapporti artistici e di approfondimento del repertorio con Irwin Gage, Edith Mathis, Vera Rózsa e Nicolai Gedda in varie città europee l’hanno portata a debuttare presto nel ruolo di Micaela in Carmen, rappresentata con successo al Landestheater di Salisburgo, presso il quale ha cantato anche nel ruolo di Susanna in Le Nozze di Figaro.
È stata chiamata in diversi festival internazionali, come quello di San Sebastián nel ruolo di Xenia nel Boris Godunov di Musorgskij e numerosi sono stati i Liederabend, tra cui uno al Konzerthaus di Vienna con il pianista Paul Gulda, e i concerti in Spagna sotto la direzione di Jesús Lopez Cobos e per la Filarmonica Ceca a Praga. È stata ospite dell’Ensemble Theater della regione di Biel Solothurn, nel ruolo di Suor Angelica di Puccini e in quello di Rosalinde nel Pipistrello di Johann Strauss, e del Teatro Bellini a Catania come Warwara in Katja Kabanowa di Janáček sotto la direzione di Hans Graf. Nel 2004 ha registrato per CLAVES un CD con Lieder di Dvořák e Smetana in lingua originale con il pianista Bruno Canino.
Invitata da Orta Festival in occasione del bicentenario della nascita di Richard Wagner, ha cantato in prima assoluta i Wesendonck Lieder nella versione di Francesco Pigato per 13 strumenti e voce, sotto la direzione di Amedeo Monetti.