Igor Cantarelli

violino

Igor Cantarelli si è brillantemente diplomato al Conservatorio Arrigo Boito di Parma sotto la guida di Grazia Serradimigni e ha poi ha conseguito, con il massimo dei voti e la lode, il diploma accademico di II livello in Musica da Camera. Si è perfezionato con Liliana Attanasiu Ciulei e Giuliano Carmignola e, ancora studente, è stato premiato al Concorso Internazionale di Pinerolo.
Dal 1999 fa parte dell’Überbrettl Ensemble. Con questo gruppo ha partecipato alla realizzazione dello spettacolo Schönberg-Kabarett per la regia di Peter Stein, ed è stato invitato ad esibirsi per importanti istituzioni musicali quali Wiener Festwochen, Ravenna Festival, Teatro dell’Opera di Nizza, Festival Ponti di Oporto, Accademia Filarmonica Romana, Festival Cervantino di Guanajato, Festival Internazionale de Galicia di Santiago de Compostela.
Nel 2000 diventa violinista del Trio Brahms ed esordisce eseguendo il Concerto dell’Albatro di Ghedini con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta da Giorgio Magnanensi. Nello stesso anno gli viene affidato il ruolo di Violino Solista dell’Überbrettl Ensemble e debutta al Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo e ai Ruhrfestspiele di Recklinghausen, nell’esecuzione del Pierrot Lunaire di Schönberg sia come violinista che come violista, riscuotendo grandi consensi di pubblico e di critica. Ancora con l’Überbrettl Ensemble debutta al Teatro Ponchielli di Cremona, in occasione del Festival Monteverdi, e si esibisce al Teatro Ariosto di Reggio Emilia, al Teatro Storchi di Modena, al Bologna Festival, al Festival Internazionale delle Nazioni di Città di Castello, al Lugo Opera Festival, al Teatro Municipale di Piacenza, all’Auditorium Paganini di Parma.
Ha ricoperto il ruolo di Primo Violino nel Quartetto Mantegna, con il quale si è esibito con Bruno Canino. Sempre come camerista ha collaborato con Alexander Lonquich, Alessandro Carbonare, Enrico Bronzi, Ivan Rabaglia, Simonide Braconi, Sylvie Gazeau. Dal 2007 suona in duo con il violoncellista Gregorio Buti.
Si è esibito in orchestre barocche con strumenti originali quali l’Accademia del Carmine di Parma diretta da Petr Zejfart, nella quale ha ricoperto il ruolo di Spalla e Primo Violino concertato, e l’Accademia degli Astrusi di Bologna, con la quale ha suonato alla Wigmore Hall di Londra, al Konzerthaus di Berlino e alla Cappella Paolina per i Concerti del Quirinale in diretta Radio 3.
Dal giugno 2006 al 2009 è stato Concertino dei Primi Violini nell’Orchestra Symphonica Toscanini sotto la direzione artistica e musicale di Lorin Maazel. In seno a questa compagine ha ricoperto anche il ruolo di Violino di Spalla. Sempre come Violino di Spalla collabora con l’Orchestra Symphonia Italiana, l’Orchestra di Pistoia e l’Orchestra da Camera di Brescia.
Dal 2001 fa parte dell’Orchestra da Camera di Mantova ed è chiamato regolarmente ad esibirsi con l’Orchestra Nazionale della RAI di Torino, la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma e I Virtuosi Italiani. Ha ricoperto il ruolo di Concertino dei Primi Violini nell’Orchestra Filarmonica Toscanini, nell’Orchestra da Camera di Mantova, nell’Orchestra da Camera di Brescia, nell’Orchestra del Teatro Regio di Parma e nell’Orchestra I Filarmonici del Teatro Comunale di Bologna. Si è esibito sotto la guida di direttori importanti quali Maazel, Rostropovic, Chung, De Burgos, Prêtre, Noseda, Mehta, Masur con concerti a Madrid, Barcellona, Parigi, Vienna, Amsterdam, Tokyo, Osaka, Mosca, New York, Chicago, Los Angeles, San Francisco, Rio de Janeiro, São Paulo, Buenos Aires, Gerusalemme.
Ha registrato i Quartetti con pianoforte di Mozart, la Kammersymphonie op. 9 nella versione di Anton Webern e il Pierrot Lunaire di Schönberg.
Attualmente è docente di violino al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari.