Antonio Aiello

violino

Diplomatosi brillantemente presso il Conservatorio Statale Luigi Cherubini di Firenze sotto la guida di Alberto Bologni, ha poi studiato con Giuliano Carmignola presso il Centre de Musique Hindemith di Blonay, l’Accademia Chigiana di Siena e la Musikhochschule Luzern, ove ha conseguito sia Konzertdiplom che Solistendiplom con il massimo dei voti. Ha inoltre seguito i corsi del Trio di Trieste presso l’Accademia Internazionale di Musica da Camera di Duino.
Ha iniziato lo studio della musica e del violino all’età di quattro anni, vincendo a soli sei anni il Primo premio al Concorso Nazionale «Vincenzo Galilei» di Firenze. Da allora, ha vinto oltre una dozzina di premi in concorsi nazionali ed internazionali e, invitato da prestigiose istituzioni, ha suonato come solista in importanti sale da concerto in Italia, Svizzera, Francia, Romania e Stati Uniti.
Dal 2013 è primo violino solista dei Virtuosi Italiani e collabora regolarmente con l’Orchestra della Svizzera Italiana, ma può vantare numerosi contratti con altre importanti orchestre, quali Festival Strings Lucerne, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra Mozart, Orchestra Arena di Verona e Teatro Massimo di Palermo. In tale ambito ha avuto modo di lavorare con direttori di fama internazionale, quali Claudio Abbado, John Eliot Gardiner, Riccardo Muti e Lorin Maazel.
Ha registrato dal vivo come solista per la RAI e varie emittenti private, nonché per la radio tedesca Mitteldeutscher Rundfunk. Nel ruolo di primo violino di spalla dei Virtuosi Italiani ha partecipato a produzioni per case discografiche prestigiose quali Deutsche Grammophon e Sony Music; come solista, inoltre, ha inciso per OnClassical, Modus ed Edizioni Plus.
Suona un George Chanot (Paris 1830), modello Giuseppe Guarneri (Cremona 1717).